Federica Metrangolo (Jocca)

Mi definisco una persona che ricerca la costante evoluzione. A mio avviso, Milano è la città che per eccellenza permette di essere sempre impegnati, a contatto con nuovi stimoli, immersi nella cultura e coinvolti in eventi o attività che rendono ogni giornata ed uscita diversa da quella precedente. L’università e l’ampia offerta di opportunità lavorative è cioè che mi ha portata a Milano, dopo essere andata via questa meravigliosa città mi ha richiamata a sé. Il quartiere di Lambrate è sicuramente un quartiere comodo e ben servito, la zona è molto comoda per raggiungere qualsiasi punto di interesse in poco tempo. Non ho un luogo preferito di Milano, credo che man mano che i miei interessi cambiano, scopro e frequento nuove zone di Milano più adatte a ciò che ricerco!

Raccontaci del tuo lavoro! In cosa consiste? Perché hai scelto questa professione? Come si svolge una tua giornata lavorativa-tipo?

Attualmente sono responsabile di export e vendite per un’azienda spagnola principalmente nel settore del Retail e Grande Distribuzione Organizzata. Continuo ad esercitare come freelance la professione di Interprete di Conferenza e di Trattativa per eventi e incontri di carattere economico-commerciale e fiere di settore. Collaboro principalmente con Ambasciate e Camere di Commercio qui a Milano che richiedono un servizio specializzato nelle lingue inglese e spagnolo. Ho scelto queste due professioni in quanto mi permettono di condurre una vita dinamica e in costante movimento, nonché di creare sinergie a livello lavorativo ed essere sempre in contatto con persone e clienti con i quali, nel tempo, ho avuto modo di stringere legami anche di carattere personale. Sono spesso in viaggio per incontrare i clienti o in giro per eventi, ma trascorro una buona parte del mio tempo nel coworking per gestire gli aspetti più operativi delle mie attività.

Raccontaci della tua esperienza in Coworking Lab! Cosa ti ha portato a scegliere questo coworking? Da quanto lavori qui? Quali sono le cose che apprezzi di più?

Ho scelto il Coworking Lab perchè mi è sembrato molto alla mano, con ampi spazi luminosi e gente interessante. Credo molto nelle relazioni e nel networking che si possano generare in spazi come i coworking; questo nello specifico ha varie aree condivise, dalla cucina a un bellissimo terrazzo con tavolate e sdraio che ci accolgono nei momenti di relax e chill out. Trovo importante anche l’autonomia di accesso 24/7, la privacy delle sale riunioni e la possibilità di scegliere tra una postazione fissa e una flessibile in base alle esigenze di ognuno. Sono qui da oltre 2 anni e credo che grazie al contributo di tutti i coworker, il Coworking Lab sia uno dei più accoglienti su Milano.

Raccontaci delle opportunità di business che si sono create, o che ti piacerebbe creare, nella community! Hai già sviluppato dei progetti di business con altri coworkers? Come sono nati? Come si sono evoluti? Vedi altre possibilità di sviluppo con altri coworkers?

Credo ci siano svariate opportunità di business con i coworker. Il Coworking Lab ospita varie figure professionali, da traduttori a architetti, designer, venditori, ingegneri, informatici, imprenditori, avvocati, coach, etc. È difficile pensare che non si creino delle occasioni di scambio e non nascano vere e proprie collaborazioni. Ad oggi ho sicuramente tratto vantaggio dal contributo di ognuno in varie occasioni per diverse occorrenze. Trovo che una vera e propria collaborazione possa sicuramente nascere laddove si vadano a creare dei progetti che prevedano la presenza di una figura professionale presente nel Coworking. Di certo la condivisione degli spazi ci ha portato con il tempo a conoscerci tutti e in futuro, laddove si dovesse avere bisogno di un professionista, trovo scontato che si coinvolga in primo luogo qualcuno di vicino, in questo caso fisicamente! So che ci sono varie collaborazioni in corso, non ho progetti di business attivi ma presto sento che qualcosa potrà prendere forma! 

Recommended Posts