La schiscetta di Aprile

Finalmente è arrivata la primavera! Dopo i freddi e piovosi mesi invernali accogliamo con piacere i primi raggi di sole e le temperature più alte che questa stagione porta con sé. Tra poco tutti i fiori di questa bellissima città saranno sbocciati e sembrerà di vivere in un quadro dipinto di rosso, viola, bianco, giallo…

Per non venir meno e seguire questa fantastica palette di colori abbiamo pensato ad una schiscetta variopinta e deliziosa e che ci prepari con leggerezza e gusto ai pranzi Pasquali.

Crostone di pane

Ingredienti:
  • Fetta di pane spessa
  • Avocato
  • Yogurt greco
  • Salmone affumicato
  • Limone
  • Sale qb
  • Pepe rosa qb
  • Colorante alimentare blu
Preparazione

Tostare due fette di pane di Altamura belle alte, quando sono calde spalmare lo yogurt greco condito con sale e zest di limone, avocado salato e irrorato di succo di limone, fettine di salmone affumicato, mezzo uovo sodo, olio, pepe rosa.

Per l’uovo azzurro: una volta sodo e sgusciato, basta farlo marinare una mezzora in un succo composto da cavolo cappuccio viola sbollentato e frullato con un bicchiere d’acqua di cottura, tre cucchiai di aceto di mele, una presa di sale e una di zucchero. Oppure per velocizzare il tutto lasciare mezzora in ammollo l’uovo in acqua e colorante alimentare blu.

E ora… diteci la vostra! 

Attendiamo le vostre recensioni su questa Schiscetta di Marzo e le foto dei vostri risultati su Coworking Lab Milano

Se ti sei perso la nostra “schiscetta di Marzo” clicca qui.

La schiscetta di Marzo

Nel mese di Marzo salutiamo l’inverno per accogliere la stagione della rinascita e del rinnovamento ma noi di Coworking Lab pensiamo già all’estate.

Le giornate iniziano ad allungarsi e il clima si fa più mite e il nostro pensiero va al mare della Sicila, i suoi profumi e i suoi colori. L’importanza della cultura culinaria di questa regione è indiscussa e tanti piatti tipici risentono di una contaminazione di diverse culture ed etnie.

Un esempio che ci mostra la bellezza della condivisione gastronomica è l’arancinə protagonista della schiscetta di Marzo.

Non importa in quale angolo della Sicilia vi troviate: quasi ogni città rivendica la paternità delle famosissime arancinə di riso con carne. Piatto salato dal gusto unico e ricco, non ha bisogno di presentazioni: si tratta delle famosissime “palle di riso” siciliane, avvolte da una croccante panatura dorata e con al centro un ripieno di ragù con carne con piselli e carote o mozzarella, besciamella e prosciutto, nella famosa variante bianca “al burro”.

Esistono però anche rivisitazioni più creative e recenti che prevedono, oltre al riso, pistacchio siciliano, funghi, salsiccia, gorgonzola, salmone, pollo, pesce spada siciliano, frutti di mare, pesto, gamberetti, nero di seppia.
Numerose anche le varianti dolci: le arancine vengono preparate con il cacao e coperte di zucchero oppure possono essere farcite con crema gianduia (soprattutto nella zona di Palermo), cioccolato siciliano e amarena. Per facilitare la distinzione tra i vari gusti, la forma dell’arancina può variare.

Nella sua semplice bontà, l’arancinu è però capace di conquistare tutti: tra le ricerche online più popolari compaiono infatti, oltre a “come preparare le arancine di carne”, anche “dove mangiare gli arancinə” in quasi ogni città dell’isola, da Palermo a Taormina. Piatto amatissimo, viene consumato in quantità prodigiose soprattutto nel giorno di Santa Lucia.

L’arancinə sembra essere natə, come molti altri piatti della tradizione, nel periodo in cui la Sicilia era sotto il dominio dei Saraceni, che usavano banchettare con grandi vassoi di riso aromatizzato allo zafferano e condito con verdure e carne. L’aggiunta della caratteristica croccantissima panatura arriva più tardi: alla corte di Federico II, durante il XIII secolo, si era soliti friggere il riso speziato per facilitarne il trasporto e la conservazione durante viaggi e battute di caccia.

Di origine Saracena o araba sembra anche il nome della pietanza: queste popolazioni tendevano infatti a chiamare sontuosi pasti salati con il nome di un frutto.

Scopriamo insieme la ricetta della variante al burro e al pistacchio.

Arancinə al burro (per 12 porzioni)

Per il riso:
  • 500 gr riso carnaroli
  • 1,2 lt brodo di carne o vegetale
  • 100 gr burro
  • 1 bustina zafferano
  • 1 cucchiaino sale
Per il ripieno:
  • 200 gr prosciutto cotto a tocchetti
  • 200 gr mozzarella o scamorza
  • 4 cucchiai besciamella densa
  • prezzemolo facoltativo
  • pepe nero
Per la panatura:
  • uova
  • sale
  • pangrattato
  • olio di semi di arachide per friggere

Preparazione

Mettete il brodo in una pentola con il burro, lo zafferano e il sale (la cui quantità dipende dal grado di sapidità del brodo) e mettete sul fuoco.

Quando il brodo bolle, unite il riso, abbassate la fiamma e fate cuocere finché il riso non assorbe tutto il brodo. Trasferite il riso cotto su un tagliere per farlo raffreddare rapidamente e uniformemente.

Preparate anche la Besciamella che, per gli arancini, deve essere un po’ più densaCome il Riso, anche la Besciamella deve essere fredda quando la utilizzate. Deve fare da legante a prosciutto e formaggio.

In una ciotola mettete il prosciutto tagliato a cubetti e il formaggio tagliato della stessa dimensione.  Aggiungete un paio di cucchiai di besciamella e mescolate tutto. Aggiungete una macinata di pepe.

Per fare le arancinə, se siete bravi, potete usare le mani. Altrimenti guardate qui.

In ogni arancinə inserire un cucchiaino abbondante di ripieno.

Mettere gli arancinə mezz’ora in frigo per renderli più compatti.

Sbattete le uova con il sale e preparate un piatto con abbondante pan grattato.

Immergere l’arancinə nello sbattuto in modo omogeneo e impanate. Per una panatura più spessa ripetere il processo una seconda volta.

Friggete gli arancinə in olio ben caldo fino a completa doratura.

Arancinə al pistacchio (per 12 porzioni)

Per il riso:
  • 600 grammi di riso Carnaroli
  • uno scalogno
  • olio extravergine di oliva, quanto basta
  • 100 millilitri di Prosecco Docg
  • sale e pepe, quanto basta
  • brodo vegetale, quanto basta
  • 50 grammi di burro
  • prezzemolo facoltativo
  • 100 grammi di parmigiano e/o pecorino grattugiato
  • 100 grammi di pistacchi non salati o di pasta pura di pistacchio
  • 50 grammi di granella di pistacchio
  • 200 grammi di mortadella a cubetti
  • 250 grammi di stracchino
Per la panatura:
  • uova
  • sale
  • pangrattato
  • olio di semi per friggere

Preparazione:

Tritare finemente lo scalogno, rosolarlo in olio extravergine di oliva e poca acqua finché non sarà appassito. Aggiungere il riso e tostarlo per qualche minuto a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto. Sfumare con il Prosecco Docg o un altro vino spumante e lasciare evaporare la parte alcolica. Poi aggiungere parte del brodo caldo e un po’ di sale e proseguire la cottura come se fosse un normale risotto, aggiungendo il brodo via via.

Quando il riso sarà ancora molto al dente e ben denso, fermate la cottura. A fuoco spento, aggiungere la pasta pura di pistacchio e la granella, il burro e il formaggio grattugiato. Mantecare e poi aggiustare eventualmente di sale.

Versare il risotto in due piatti da portata e stenderlo il più sottile possibile, in modo che il calore si disperda. Coprire con pellicola per alimenti e lasciare raffreddare completamente.

Lasciare riposare in frigo.

Per fare le arancinə, se siete bravi, potete usare le mani. Altrimenti guardate qui.

In ogni arancinə inserire un cucchiaino abbondante di ripieno.

Sbattete le uova con il sale e preparate un piatto con abbondante pan grattato.

Immergere l’arancinə nello sbattuto in modo omogeneo e impanate. Per una panatura più spessa ripetere il processo una seconda volta. Friggete gli arancinə in olio ben caldo fino a completa doratura.

E ora… diteci la vostra! 

Attendiamo le vostre recensioni su questa Schiscetta di Marzo e le foto dei vostri risultati su Coworking Lab Milano

Se ti sei perso la nostra “schiscetta di Febbraio” clicca qui.

La schiscetta di Febbraio

Il mese di Febbraio, seppure breve e freddo, è un mese ricco di festività vecchie e nuove, di speciali ricorrenze e riti antichi. Quest’anno e più precisamente il 1° Febbraio 2022 in Cina e nell’Estremo Oriente si festeggia il Capodanno Lunare o Festa di Primavera che da inizio all’anno della tigre.

Da qualche anno a questa parte, anche in alcune città dell’Occidente, il Capodanno Lunare (ribattezzato Capodanno Cinese in Italia) viene celebrato con iniziative speciali, organizzate dai centri di cultura orientale, dalle ambasciate, da altre associazioni.

Anche noi di coworkinglabmilano vogliamo rendere omaggio al Capodanno Lunare preparando per la schiscetta di Febbraio un menù orientale. Prima però alcune curiosità sulla tradizione culinaria…

Per festeggiare al meglio il Capodanno Cinese, non bisogna dimenticarsi di mangiare i piatti considerati fortunati per il loro significato simbolico legato alla forma o al loro nome. Ad avere importanza non sono solo i piatti in sé, ma anche la preparazione e il modo in cui sono serviti. Tra i più comuni ricordiamo i ravioli, gli involtini primavera, il niangao (torta di riso) e un piatto di pesce.

Il pesce è simbolo di prosperità. La parola “pesce” in cinese (鱼 Yú) ha un suono simile alla parola che significa “surplus”. Ai cinesi piace pensare di avere un surplus di soldi e ricchezze alla fine dell’anno, perché questo significa che sono riusciti a risparmiare e l’anno seguente potranno averne di più. Il pesce deve essere l’ultimo piatto rimasto in tavola durante la vigilia assieme a qualche contorno.

Questa usanza è comune soprattutto a Nord del fiume Yangtze, mentre in altre zone è tradizione conservarne solo la testa e la coda, che saranno mangiate successivamente a inizio dell’anno nuovo. Lo scopo è lo stesso: la speranza di potere accumulare più soldi e più beni alla fine dell’anno seguente. Il pesce può essere bollito, brasato o cotto al vapore e viene scelto in base al nome per una questione di suoni e omofoni. Ad esempio la carpa carassio ha un suono simile alla parola 吉 jí che significa “buona fortuna”. Lo stesso vale per la Carpa cinese o il pesce gatto quando vengono pronunciati hanno suoni che ricordano le parole “regalo” e “surplus”.

Altri due piatti che non possono mancare durante il tradizionale Capodanno Lunare sono i ravioli cinesi e gli involtini primavera (che prendono il nome dalla Festa di Primavera) simboli di ricchezza. Quando si preparano i ravioli ci sono tanti modi per chiuderli: durante il Capodanno si lavorano in modo che la loro forma ricordi i caratteristici lingotti d’oro cinesi (che sono ovali e hanno la forma di una barca con le estremità rivolte perso l’alto). Secondo la tradizione, più ravioli mangi e più soldi guadagnerai nell’anno a venire.

Un primo piatto che non può mancare sono gli spaghetti della longevità che simboleggiano l’augurio di una lunga vita: sono più lunghi degli spaghetti normali e non devono essere spezzati quando si servono e si mangiano.

Per finire il dolce, la torta di riso niangao. In lingua cinese la parola che significa “torta di capodanno” (年糕 Niángāo) suona come la frase “elevarsi di anno in anno”.

Ora tocca a noi con la schiscetta di Febbraio! Vi proponiamo delle ricette semplici da fare a casa con cui comporre un menu cinese completo.

Ravioli cinesi alla piastra

Ingredienti

  • 250 g farina
  • 150 ml di acqua tiepida
  • q.b. Sale
  • 500 g di carne di maiale tritata o pollo se si preferisce
  • 100 g di cavolo cinese o cavolo cappuccio
  • 50 g di cipollotti
  • q.b. zenzero
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di vino di riso (opzionale)
  • 1 cucchiaio di olio di sesamo

Preparazione:

Preparare l’impasto setacciando la farina a fontana su un piano di lavoro pulito. Al centro praticare una buca e versare gradatamente l’acqua calda dopo aver aggiungiunto un pizzico di sale. Impastare rapidamente fino ad ottenere un composto liscio e lucido che andrà fatto riposare 40 minuti in luogo tiepido, coperto.

Nel frattempo preparare il ripieno. Lavare ed asciugare le foglie di cavolo cappuccio e i cipollotti, poi tritare finemente entrambi.

In una ciotola mettere la carne di maiale o pollo, lo zenzero grattugiato, e il trito di cavolo e cipollotti. Unire poi la salsa di soia, il vino Shaoxing (opzionale) e l’olio di sesamo. Impastare bene con le mani per miscelare tutti gli ingredienti (se necessario, si può aggiungere qualche cucchiaio di acqua, per maneggiare meglio il ripieno) e riporre in frigo per 20 minuti.

Riprendere l’impasto d’acqua e farina, stenderlo con l’aiuto del matterello e ricavare dei cerchi aventi diametro di circa 8 cm e spessi 2 millimetri circa.

Prendere un disco, farcirlo in mezzo con un cucchiaino di ripieno di carne, tenendolo nell’incavo della mano, chiuderlo formando delle pieghette (inumidire le estremità dei ravioli con dell’acqua, per far attaccare meglio la pasta).

Ungete bene una padella con un cucchiaio d’olio, accendere il fuoco e fate scaldare. Quando l’olio è caldo, mettete i ravioli uno alla volta, regolate la fiamma a temperatura media e fate dorare il fondo dei ravioli.

Quando il fondo dei ravioli è dorato, versate circa mezza tazza d’acqua (1/3 dell’altezza dei ravioli), coprite con un coperchio e cuocete finchè i ravioli iniziano a sfrigolare.

Involtini primavera

Ingredienti

  • 150 g carne di maiale tritata
  • 1 carota
  • 1 cipollotto
  • 1 costa di sedano
  • 100 g di cavolo cinese o cavolo cappuccio
  • 80 g germogli di soia
  • q.b. salsa di soia
  • olio + quello per friggere
  • q.b. sale e pepe
  • pasta sfoglia per involtini primavera 8 fogli (in alternativa pasta fillo)
  • q.b. acqua e farina

Preparazione:

Pulite e tagliate a fettine sottili tutte le verdure. Mettetele in una ciotola e condite con qualche goccia di salsa di soia.

Fate scaldare una padella, meglio se un wok, versate un paio di cucchiai di olio e unite la carne di maiale. Fate soffriggere bene per qualche minuto, poi unite le verdure tranne i germogli di soia.

Condite con sale e pepe e lasciate cuocere per circa 8 minuti, unite poi i germogli di soia e terminate la cottura dopo un paio di minuti.

Pendete un foglio di pasta per involtini primavera alla volta e stendetelo su un piatto piano. Disponete un cucchiaio del ripieno alla base della sfoglia, alzate il lembo inferiore come per arrotolarlo e richiudete i due lembi laterali ripiegandoli su se stessi.

Spennellate la parte di pasta rimasta libera con una miscela composta di un cucchiaio di acqua e un cucchiaio di farina e chiudete gli involtini facendo pressione. Una volta pronti scaldate in una pentola dell’olio per friggere e fateli dorare, cuocendone pochi alla volta. Scolateli, poneteli su carta assorbente da cucina e servite.

Spaghetti di riso con gamberi e verdure

Ingredienti

  • 250 g spaghetti di riso
  • 450 g gamberi freschi
  • 1 uovo
  • 300 g di zucchine
  • 150 g di carote
  • 50 g cipollotto fresco
  • 3 cucchiai salsa di soia
  • 3 cucchiai olio di semi di girasole
  • 1 pizzico di sale

Preparazione:

Lavate e pelate le carote, tagliatele a julienne, lavate e spuntate le zucchine e tagliate anch’esse a julienne

Prendete il cipollotto, eliminate la parte finale (foglie verdi) e tagliatelo a rondelle non troppo sottili.

Fate soffriggere il cipollotto in un’ampia padella o in uno wok, quando sarà trasparente aggiungete i gamberi e fateli cuocere a fuoco medio per un paio di minuti

In un’altra padella fate scaldare un cucchiaino d’olio e sgusciatevi dentro l’uovo, rompendolo con una forchetta come fareste con un uovo strapazzato. Salatelo leggermente e tenetelo da parte.

Mentre preparate il condimento fate cuocere gli spaghetti di riso come indicato sulla confezione.

Quando i gamberi saranno cotti toglieteli dalla padella e teneteli al caldo. Nello stesso fondo di cottura unite le verdure e fatele saltare per 2-3 minuti a fuoco vivo. Rimettete quindi i gamberi nella padella, mescolate bene e aggiungete la salsa di soia.

Fate insaporire ancora per un minuto circa, poi trasferite nella padella gli spaghetti di riso , aggiungete l’uovo e fate saltare il tutto a fiamma vivace per un paio di minuti, finché il condimento non sarà ben amalgamato agli spaghetti di riso.

E ora… diteci la vostra! 

Attendiamo le vostre recensioni su questa Schiscetta di Febbraio e le foto dei vostri risultati su Coworking Lab Milano

Se ti sei perso la nostra “schiscetta di Gennaio” clicca qui.

Coworking Bande Nere – Lorenteggio – Boscoincittà

Milano Ovest è una delle zone residenziali di Milano, è una parte molto ampia della città che racchiude i quartieri di Bande Nere, Lorenteggio e Boscoincittà, tutta la zona è ben fornita di servizi di trasporto, servizi sociali e soprattutto ampi spazzi dediti allo svago.

Se cercando un Coworking nelle altre zone di Milano, consulta le nostre guide: Coworking Porta VeneziaCoworking Forlanini – LinateCoworking Stazione CentraleCoworking Isola – Sarpi – Porta NuovaCoworking Porta Romana – CorvettoCoworking Lambrate – Piola – NoLo – Città StudiCoworking Washington – Pagano.

Coworking Grace

Il coworking Grace è un openspace ampio e luminoso situato al piano terra e facilmente accessibile. Grace è un progetto di Genera. Genera non ha scopo di lucro e, per questo motivo, il ricavato del nostro coworking viene completamente investito per finanziare le altre attività che si svolgono all’interno di Grace. Sono disponibili 14 postazioni, di cui quattro possono essere separate in uno spazio privato o con funzione di sala riunione. Ogni postazione è dotata di punto luce autonomo e ha accesso a un servizio di stampa condiviso oltre a una linea internet ad alta velocità. Sono inoltre disponibili armadietti di sicurezza per il deposito di materiali e ausili personali.

Via Rasario, 8/a Milano
www.grace.it
erica.acquistapace@generaonlus.it
T. 02 3390234

Laboratorio Creativo Metropolitano

Il Coworking laboratorio creativo Soderini è aperto dal dicembre 2015 e indirizza la sua proposta in particolar modo agli utenti dei servizi formativi di AFOL Metropolitana, con particolare riferimento a quelle professionalità che scelgono il lavoro autonomo come ambito di attività e ad aziende, in particolare del settore comunicazione e del settore moda.

Via Luigi Soderini, 24 Milano
www.afolmet.it
creazioneimpresa@afolmet.it
T. 02 77405311

Mare Culturale Urbano

L’area coworking di mare culturale urbano comprende 25 postazioni lavoro dedicate prevalentemente a professionisti del settore creativo, culturale e sociale, impegnati in progetti diversi ma accomunati da un forte interesse per la dimensione territoriale.

Via Gabetti 15, Milano
www.maremilano.org
info@maremilano.org
T. 02 45071825

Regus Milano Bisceglie

Da sempre Milano è sinonimo di successo negli affari, e qui la storica parte orientale della città si arricchisce con un tocco moderno. La nostra sede di Via Bisceglie 76 è facilmente raggiungibile grazie alla vicina Tangenziale Ovest, la stazione della metropolitana Bisceglie che dista sette minuti a piedi e la fermata del tram. Gli spazi sono situati in un immobile moderno e, grazie alle ampie vetrate, sfruttano la luce naturale durante il giorno. Sono inoltre disponibili spazi dove potersi concentrare o fare chiamate in totale privacy e spazi di socialità dove sorseggiare un caffè e costruire nuove relazioni di lavoro.

Via Bisceglie 76, Milano
www.regus.com
info.italia@regus.com
T. 02 89626156

Regus Business Park Caldera

Il nostro spazio di lavoro Business Park Caldera, sito nel famosissimo Caldera Park, hub riconosciuto a livello internazionale come il principale data center di Internet in Italia, e vicino a importanti arterie stradali e alla stazione della metropolitana San Siro, ti permette di lavorare tra influenti aziende.

Via Caldera 21, Milano
www.regus.com
info.italia@regus.com
T. 02 89626156

Regus Milano Winckelmann

Coworking Regus di via Winckelmann è un luogo di lavoro piacevole e di alta qualità; si trova a poca distanza da un gran numero di collegamenti ai mezzi di trasporto e da diverse attrazioni culturali. Regus di via Winckelmann ha un’imponente ingresso principale e ampie finestre che contribuiscono a rendere questo spazio di lavoro luminoso e arioso. A pochi passi, bar e ristoranti permettono di trasformare pranzi ed aperitivi in occasioni di networking e new business.

Via Giovanni Gioacchino Winckelmann 1, Milano
www.regus.com
info.italia@regus.com
T. 02 89626156

Coworking Gorla – Precotto – Adriano

Gorla

Gorla è un quartiere di Milano, posto nella periferia nord-orientale della città, appartenente al Municipio 2. Gorla è tristemente ricordato per l’omonima strage che sconvolse il quartiere il 20 ottobre 1944 quando venne centrata dalle bombe alleate la scuola elementare Francesco Crispi, sotto le cui macerie morirono 184 bambini e 19 adulti.

Precotto

Precotto è un quartiere di Milano posto nella periferia nord-orientale della città, appartenente al Municipio 2. Come tutti i quartieri dell’area a nord del centro di Milano, Precotto ha iniziato a crescere sin dalla prima metà del novecento, a causa della progressiva industrializzazione. È nel secondo dopoguerra che però subisce un aumento vertiginoso della popolazione per via dell’enorme flusso migratorio che accomuna un po’ tutte le città del nord Italia.

Adriano

È una zona periferica di Milano, è nata come quartiere dormitorio alla fine degli anni ’90, la zona subisce un’urbanizzazione poco attenta all’aspetto estetico e ai servizi. Problemi che stanno man mano scomparendo, data la sempre maggior attenzione riservata dal comune di Milano alle aree periferiche. Sono presenti comunque molti i servizi che permettono e garantiscono uno stile di vita normale.

Se cercando un Coworking nelle altre zone di Milano, consulta le nostre guide: Coworking Porta VeneziaCoworking Forlanini – LinateCoworking Stazione CentraleCoworking Isola – Sarpi – Porta NuovaCoworking Porta Romana – CorvettoCoworking Lambrate – Piola – NoLo – Città StudiCoworking Washington – Pagano, Porta Lodovica – Morivione – Chiesa Rossa.

Coworking Cofoundry Rucellai

A Milano, nel quartiere innovativo-industriale di Precotto, Coworking Cofoundry fonda un’altra sede presso lo stabile Fabbrica delle Affrancatrici. Rappresenta un’importante realtà storica di Via Rucellai in cui le affrancatrici si occupavano della gestione della corrispondenza. Oggi, mantiene la sua natura storica divenendo luogo di coworking e trasformando il concetto stesso di corrispondenza in scambio e, quindi, crescita.

Via Bernardo Ruccellai, 10 Milano
www.cofoundry.it
giulia@cofoundry.it
T. 02 91327682

Coworking LOGIN

Login nasce nel 2013 a Milano, quando l’Internet Service Provider Enter decide di trasformare la sua sede di via privata Stefanardo da Vimercate 28 in un coworking. Alla base di questa scelta c’è la nostra filosofia, che si può riassumere in una sola parola: accessibilità. Login è il coworking alla portata di tutti. Ogni professionista può entrare nel nostro mondo, i prezzi d’accesso sono minimi perché crediamo che dalla condivisione di spazi e progetti possa nascere valore.

Via Stefanardo da Vimercate, 28 Milano
www.coworkinglogin.it
hello@coworkinglogin.it
T. 02 9152781

KI-BUK

KI-BUK è uno spazio innovativo dove le idee si sviluppano, le relazioni professionali si evolvono e i business crescono. Disponiamo di 2 loft di 80 mq e un grande spazio di 500 mq a disposizione per creativi o gruppi di professionisti interessati a svolgere temporaneamente la loro attività lavorativa in città. Gli spazi di via Cascia 6 sono loft arredati e attrezzati, in cui potersi rilassare, lavorare, organizzare incontri con clienti, ricevere amici o colleghi, allestire mostre e performance. Laboratori e studi a doppia altezza con un ampio living  e due bagni. Spazi grandi e luminosi, accoglienti e confortevoli, già connessi alle reti infrastrutturali, serviti dalla portineria e con la possibilità di posti auto nei box interni. Il tutto inserito in un contesto urbano dinamico e in veloce evoluzione.

Via Privata Cascia, 6 Milano
www.ki-buk.it
contact@ki-buk.it
T. 348 1900190

Regus Milano Viale Monza

Coworking Regus di Viale Monza è uno spazio di lavoro luminoso e moderno. La spaziosa terrazza invita a godersi una piccola pausa, mentre i vicini Parco Panza o Parco Nord Milano sono l’ideale per fare una passeggiata e cercare nuova ispirazione.

Viale Monza, 347 Milano
www.regus.com
info.italia@regus.com
T. 02 8962 6156

Unità di Produzione

Unità di Produzione è uno spazio coworking, un ufficio condiviso, dove alcune tra le più brillanti startup di Milano lavorano gomito a gomito, cercando di integrare il più possibile le proprie complementari competenze.  Appartiene a tutte le persone che ogni giorno l’attraversano, facendone uno spazio brulicante di idee, di vita e di amore per il proprio lavoro.

Via Cesalpino 7, Milano
www.up.milano.it
info@up.milano.it
T. 02 87064696 

Coworking Porta Lodovica – Morivione – Chiesa Rossa

Porta Lodovica

Porta Lodovica è una delle quattro porte succursali di Milano, ricavata lungo i bastioni spagnoli, oggi demoliti, come succursale di Porta Ticinese. Posta a sud della città in piazzale di Porta Lodovica, si apriva lungo la strada per San Celso. Demolito alla fine dell’Ottocento l’arco neoclassico, e nel 1905 il casello daziario (1897), sorgeva al centro dell’omonimo piazzale, allo sbocco dell’attuale corso Italia.

Morivione

L’origine del nome “Morivione” è tra le più pittoresche. Si racconta infatti che, nel lontano 1336, proprio qui l’esercito dei Visconti riuscì a sconfiggere un gruppo di banditi, capitanati da tale Vione. Per celebrare l’evento venne posizionata una pietra, oggi scomparsa, con incisa la scritta “Qui morì Vione”: da qui la contrazione di “Morivione”.

Chiesa Rossa

Il quartiere Chiesa Rossa è un quartiere di edilizia residenziale pubblica di Milano, posto alla periferia meridionale della città e appartenente al municipio 5. Prende il nome dalla cosiddetta “Chiesa Rossa”, un piccolo edificio religioso posto lungo la strada per Pavia. L’elemento qualificante del quartiere è il centro civico, comprendente attrezzature pubbliche, commerciali, culturali e religiose, e caratterizzato da una piazza pedonale sopraelevata.

Se cercando un Coworking nelle altre zone di Milano, consulta le nostre guide: Coworking Porta VeneziaCoworking Forlanini – LinateCoworking Stazione CentraleCoworking Isola – Sarpi – Porta NuovaCoworking Porta Romana – CorvettoCoworking Lambrate – Piola – NoLo – Città Studi, Coworking Washington – Pagano.

ABOUT Fucina Orafa Milano

ABOUT Fucina Orafa è il primo coworking orafo di Milano in cui poter lavorare autonomamente. Offriamo Postazioni individuali e condivise, attrezzature che permettono di creare da soli gioielli partendo dalla materia prima. La nostra vision è la condivisione di idee, saperi manuali e cultura tra oreficeria artigianale,design, arte ed imprenditorialità nel segno della sostenibilità. Organizziamo e corsi e workshop con maestri nazionali ed internazionali, su tecniche orafe ed artistiche applicabili al gioiello ed experience per non orafi.

Via Francesco De Sanctis 34, Milano
www.aboutfucinaorafa.it
info@fucinaorafa.it
T. 02 36737921

A&B Piazza Abbiategrasso

Coworking A&B Piazza Abbiategrasso offre più di 300 postazioni flessibili, di ogni dimensione, ipertecnologiche e iperconnesse. Il centro ti dà la possibilità di far crescere il tuo business fianco a fianco ai  top player del mercato. Questa è infatti una struttura polifunzionale situata in una posizione strategica perfettamente collegata al centro con i mezzi. Oltre alle numerose postazioni per il coworking, A&B mette a disposizione sale riunioni, aule formazione e uffici arredati di diverse metrature con possibilità di utilizzo a partire da 1h.

Via Valla 16, Milano
www.abserv.it
valla@abserv.it
T. +39 02 847421

Chapman Taylor

Chapman Taylor un tempo era uno spazio teatrale milanese, in uno storico complesso industriale costruito all’inizio del ‘900, ora è stato trasformato in uno studio di architettura di 350 mq, che ospita 40 scrivanie.  Chapman Taylor ha postazioni dedicate per architetti, creativi, designer, per chi vuole lavorare in ambiente creativo e informale. Accesso con badge h24/7, connessione internet, cassettiera personale, uso libero aree comuni (cucina, area relax, libreria con riviste), scanner, fax, stampanti e plotter, utilizzo sala riunioni. Disponibili due diverse tipologie di postazione.

Via Pietrasanta, 14 Milano
www.chapmantaylor.com
glizzul@chapmantaylor.com
T. +39 02 8909 5077

CO-SOCIAL

Co-Social è uno spazio di lavoro condiviso, dedicato a professionisti e studenti in cerca di un luogo piacevole e funzionale in cui lavorare o studiare assieme. In particolare il coworking nasce come uno spazio dedicato a professionisti dell’imprenditoria sociale, innovatori sociali e lavoratori del Terzo settore, oltre che a professionisti del settore informatico e digitale. Co-Social, è un coworking caratterizzato dall’apertura al quartiere, cui offrire attività, corsi, laboratori e occasioni di socialità nuove e coinvolgenti. Il Co-Social in via Dini 7 è un punto di attrazione e innovazione nel settore dell’impresa sociale ad alto valore tecnologico, dove informatica, digitale e robotica vengono applicate allo sviluppo di App, piattaforme digitali, software o ausili tecnologici utili ad aumentare i livelli di autonomia e migliorare la qualità della vita di persone con disabilità.

Via Dini, 7 Milano
www.consorziosir.it
info@consorziosir.it
T.  02 89546369

inCOWORK Milano Montegani

inCOWORK Milano Montegani è un luogo dove si sviluppano idee, c’è tutto ciò che serve per soddisfare le esigenze di qualsiasi attività. inCOWORK Milano Montegani dispone di sale riunioni da 10 a 50 mq che puoi affittare per un’ora o per un giorno, spazi lavorativi desk attrezzati e spazi comuni, servizio segreteria roof-garden con coffèe & break corner libreria con le pubblicazioni utili per svolgere il tuo lavoro al meglio, spazio lettura e zona relax.

Via Montegani, 23 Milano
www.incowork.it
info@incowork.it
T. 02 92853575

Officeforyou

Officeforyou unisce la libertà dell’ufficio indipendente con l’efficienza e l’atmosfera del coworking. Lo spazio di lavoro è stato suddiviso in uffici completamente autonomi e pronti all’uso. E’ possibile scegliere tra uffici da 1 a 20 postazioni, oppure un intero open space modulabile. Sempre liberi di adattare lo spazio al proprio business. Un ambiente unico, progettato per essere pratico ed accogliente.

Via Noto, 10 Milano
www.officeforyou.it
info@officeforyou.it
T. +39 335 6541640

Regus Milano Centro Leoni

Regus Milano Centro Leoni è situato in posizione privilegiata nell’area sud di Milano. La nostra sede si trova in un contesto innovativo, contemporaneamente residenziale e commerciale è vicino ad autobus e metrò. Questo incredibile ambiente di lavoro combina il design più moderno con un’atmosfera ariosa e luminosa che concilia la concentrazione, grazie alle finestre a tutta altezza. Il Centro è inserito in un complesso residenziale circondato da un’area verde di 300.000 metri quadrati, ricca di negozi, supermercati, caffetterie.

Via Giovanni Spadolini, 7 Milano
www.regus.com
info.italia@regus.com
T. +39 02 8962 6156

Spazio Elabora

Spazio Elabora offre ampie e comode postazioni di lavoro per professionisti. Un’ampia sala per riunioni e corsi, attrezzata per poter accogliere meeting di ogni tipo sia per coworker interni che per profesionisti esterni. Una confortevole zona relax equipaggiata di tutto il necessario. Presentiamo diverse soluzioni di contratto per venire incontro a ogni genere di esigenza.

Via San Mansueto, 5 Milano
www.spazioelabora.com
info@spazioelabora.com
T. 02 36557090

Tribò

Founder di startup e scale-up, Freelancer, Specialist e Super Nerd entusiasti, da anni nel mondo Tech. Insieme abbiamo creato Tribō: un aggregatore di talenti che facilita lo scambio e la collaborazione human to human. Trasformiamo l’idea di coworking in co-business per creare reali sinergie, tra talenti indipendenti e progetti entusiasmanti dove i membri si supportano l’un l’altro per co-creare opportunità, sviluppare sinergie, condividere esperienze e contatti, e risolvere i problemi di business degli altri.

Via Col di Lana, 6A Milano
www.coworkingtribo.com
info@collaboriamo.org
T. 346 2718960

La schiscetta di Gennaio

Buon 2022 a tutti i lettori del Magazine di Coworking Lab come ogni mese vi proponiamo un’idea sfiziosa da portare in ufficio, ecco a voi la shiscetta di Gennaio.

Dopo le feste e le “abbuffate natalizie”, abbiamo voglia di leggerezza e di mangiare sano per depurarci. La prima buona idea è quella di fare più movimento! A tavola, basta scegliere ingredienti più sani e salutari optando per alimenti freschi e verdure di stagione, ricche di vitamine e sali minerali senza rinunciare al gusto. 

Abbiamo chiesto ai nostri followers su Instagram (per chi ancora non ci seguisse coworkinglabmilano) cosa preferissero come proposta per la schiscetta di Gennaio, e la risposta più gettonata è stata una ricetta vegetariana detox, per ripartire alla grande!

Ma cosa si intende per detox? La dieta detox è un regime alimentare che mira ad eliminare le tossine dall’organismo. Questa dieta permette al fegato di alleggerirsi; questo organo è spesso sovraccarico di tossine che, per via del suo compito, deve smaltire. Una dieta disintossicante migliora il metabolismo e la digestione, eliminando cefalea, ritenzione idrica; migliora l’umore e i livelli di energia e rinforza il sistema immunitario, prevenendo e combattendo disturbi e malattie croniche.

A Milano, i ristoranti healthy dove consumare in loco o ritirare un pasto leggero e nutriente durante la pausa pranzo stanno spopolando. 

Ma cosa possiamo portarci da casa al coworking nella nostra schiscetta che stuzzichi il nostro appetito e al contempo sia sfizioso e ci dia la giusta carica di energia?

Noi di Coworking Lab vi proponiamo una calda vellutata di finocchi e patate, un’insalata fresca e dei curiosi frutti di stagione che si trovano solo in questi mesi freddi.

La vellutata di finocchi e patate è utilissima perché depurativa, drenante e anti-gonfiore! 

Generalmente le foglie e le parti superiori del finocchio vengono buttate perché troppo filamentose. In questo caso, invece, non si butta niente anzi gli “scarti” del finocchio sono gustosissimi e ricchi di sali minerali e vitamine preziose. 

Abbiamo provato ad abbinare i finocchi ad una spezia molto pregiata, la curcuma, ed il risultato è davvero gustoso! Ma non solo, perché questa polvere gialla è un potente antinfiammatorio, con molteplici effetti benefici sull’apparato vascolare e sulla glicemia. L’utilizzo dell’olio a crudo per condire la vellutata amplifica l’azione della cucurmina – proprio la molecola a cui sono attribuite tutte queste positive proprietà. 

Se poi voleste aggiungere una spruzzata di pepe nero e noce moscata (a chi piace)… sappiate che otterrete un’ulteriore esaltazione non solo di gusto ma anche di efficacia!

Vellutata di finocchi e patate

Ingredienti

  • 700 g Finocchi
  • 350 g Patate
  • Sale qb
  • Acqua qb
  • mezzo bicchiere di Latte
  • Curcuma qb
  • Pepe nero qb
  • Noce moscata qb
  • Semi e Nocciole tritate  

Preparazione

Sbucciate le patate e tagliatele a cubetti, poi tuffatele nell’acqua fredda.

Nel frattempo, mondate il finocchio e tagliarlo a fette piuttosto sottili.

Mettete a questo punto i pezzetti di finocchio e le patate in una teglia e ricoprite totalmente con l’acqua. Aggiustate di sale e noce moscata.

Fate bollire a fuoco medio le verdure per 20-30 minuti, fino a quando saranno morbide.

Frullate le verdure con il mixer ad immersione ed aggiungete mezzo bicchiere circa di latte (se volete una consistenza più setosa) o acqua per avere una vellutata di finocchi e patate più liquida.

Servite la vellutata di finocchi e patate con un filo d’olio, curcuma, pepe nero, semi e noci tritate grossolanamente.

Insalata 

Ingredienti

  • Songino
  • Pomodori gialli
  • Ravanelli
  • un cucchiaino di Olio
  • Sale (poco)

Frutta di stagione

  • mela Kissabel rossa nella veste e nell’anima 🙂
  • Alkekengi ricchi di vitamina C

E ora… diteci la vostra! 

Attendiamo le vostre recensioni per la Schiscetta di Gennaio e le foto dei vostri risultati: menzionate il nostro profilo Instagram Coworking Lab Milano, ricondivideremo i vostri manicaretti nelle stories!

Se ti sei perso la nostra “schiscetta di Dicembre” clicca qui.

Family Lab progetto compleanno sospeso

Il compleanno sospeso è un progetto del Family Lab, volto a trovare dei fondi per organizzare compleanni ai bambini, le cui condizioni economiche familiari non ne permetterebbero la realizzazione. I fondi vengono presi interamente attraverso le donazioni di chi desidera partecipare all’iniziativa e vuole aiutarci a realizzare il sogno di un bambino.

Il compleanno sospeso trae spunto dalla tradizione partenopea del caffè sospeso. Era consuetudine ordinare un caffè e pagarne due, ricevendone comunque uno soltanto. In tal modo i più bisognosi potevano avere la possibilità di gustarsi un ottimo caffè offerto dalla persona che ne aveva pagati due. Questo ha sempre dimostrato una grande civiltà e unità in un mondo in cui c’è tanta sofferenza e ingiustizia. Le persone con problemi economici tendevano a prendere come punti di riferimento i suddetti bar che svolgevano il servizio, presentandosi e chiedendo se c’era un caffè sospeso. Questa è esattamente la base su cui si fonda la pratica del progetto compleanno sospeso.

Family Lab vorrebbe garantire ai bambini provenienti da famiglie con difficoltà economiche, la possibilità di festeggiare il proprio compleanno, con torta palloncini e amici. Questi sono dei momenti importanti e ricchi di ricordi per la crescita dei nostri figli, l’idea che insieme possiamo offrire questa opportunità non fa altro che renderci estremamente sicuri della proposta che stiamo facendo. 

Assicureremo noi gli spazi e l’organizzazione attraverso l’aiuto dei volontari e dei nostri animatori. Chi vorrà, tra i partecipanti, potrà donare qualcosa per il sostegno di questa iniziativa ma non solo: daremo la possibilità di organizzare feste di compleanno a pagamento a tutti i bambini e alle famiglie che lo vorranno, in tal modo i soldi ricavati verranno adeguatamente investiti nel progetto del compleanno sospeso, offrendo la possibilità a un altro bambino di avere una festa ben fatta, organizzata e super divertente.

Stiamo attraversando un periodo economico veramente difficile, molti genitori hanno perso il lavoro o visto diminuire i compensi, in tal modo non è scontato che in una famiglia ci siano i ricavi da impiegare in un compleanno, che di solito tendiamo a non negare mai. Questo alle volte comporta emarginazione, allontanamento, esclusione di chi nell’effettivo non ha colpe come un ragazzino o una famiglia che, per cause esterne, non riesce ad arrivare a fine mese. Così noi vogliamo compensare il problema economico ma non possiamo farlo interamente da soli, offriremo il servizio e cercheremo di mandarlo avanti con le donazioni e i fondi ricavati dalle famiglie che invece possono permetterselo. 

Il compleanno sospeso è un’iniziativa diffusa in altre città italiane, a volte sono proprio le istituzioni a farsi carico di questa proposta, altre volte se ne occupano associazioni e enti territoriali. L’obiettivo sarebbe quello di far rientrare il progetto nella tradizione del comune e della zona, facendo divenire consuetudine la voglia di regalare gioia e felicità. Per consultare tutte le iniziative proposte dal Family Lab, tra cui il progetto del compleanno sospeso, puoi consultare il nostro sito www.familylabonlus.it o puoi contattarci all’indirizzo email info@familylabonlus.it al fine di chiederci chiarimenti o per partecipare attivamente all’attività come animatore e volontario. Ricordiamo inoltre che tutto il programma del Family Lab non è a scopo di lucro ma cerca di fornire una solida base e luogo di incontro per le necessità dell’intera comunità.

Coworking Washington – Pagano

Washington 

Una zona tipicamente residenziale, caratterizzata da bellissimi edifici risalenti al XIX secolo, il quartiere Washington racchiude alcune tra le vie più interessanti per lo shopping, come corso Vercelli o le vie Magenta e Belfiore. Tantissimi i negozi e i concept store che si affacciano sulle strade, con le loro bellissime e accattivanti vetrine, ma anche i bar e i ristoranti.

Pagano 

Una delle aree più servite e ben collegate della città, ma non solo: è anche un quartiere ricco di storia e di quella signorilità tutta milanese, senza dimenticare il verde e la movida.  È Una zona davvero ricca di cultura, con la vicinanza della Triennale di Milano e del Teatro dal Verme, ma anche di servizi e negozi, di ristorantini e bar storici che si affiancano alle modernità come locali etnici-fusion, vegan-friendly e american bakery.

Se cercando un Coworking nelle altre zone di Milano, consulta le nostre guide: Coworking Porta Venezia, Coworking Forlanini – Linate, Coworking Stazione Centrale, Coworking Isola – Sarpi – Porta Nuova, Coworking Porta Romana – Corvetto, Coworking Lambrate – Piola – NoLo – Città Studi.

inCOWORK Milano Washington

inCOWORK Milano Washington

inCOWORK Milano Coworking Washington è pensato e progettato per vivere e lavorare in un ambiente giovane e di design, ma accogliente come il salotto di casa tua. È un luogo dove si sviluppano idee, si costruiscono progetti ed evolvono le relazioni.

Dagli uffici privati, agli spazi di coworking, alle sale riunioni: tutto ciò che serve per soddisfare le esigenze di qualsiasi attività. L’obiettivo è creare uno spazio di lavoro basato sulla collaborazione tra professionisti del quartiere e sulla condivisione di ambienti, servizi, esperienze e valori.  Chi sceglie inCOWORK entra a far parte di uno spazio dinamico in cui spesso nascono amicizie e collaborazioni. All’interno dei suoi spazi ospita anche eventi sociali e formativi.

Via Salvio Giuliano, 9 Milano
www.incowork.it
milanowashington@incowork.it
(+39) 02 48.00.8555

Regus Milano – Buonarroti – Fiera

Regus Milano - Buonarroti - Fiera

Regus Milano – Buonarroti – Fiera è uno spazio di lavoro moderno vicino a importanti centri convegni

Questo sorprendente spazio di Coworking zona Washington vicino ai centri convegni di Milano ti permette di restare vicino al mondo in rapida evoluzione del commercio e ampliare le tue opportunità di networking. Servito dalla stazione della metropolitana Buonarroti e a pochi passi dal Milano Convention Center, il centro Via Tiziano 32 è ospitato in un edificio di spicco in una via alberata vicina al centro di Milano.

Una cosa è certa: questo spazio al 4° piano magnificamente progettato ti aiuterà a trovare la concentrazione e ad accrescere la produttività. Appena fuori dall’edificio troverai bar e ristoranti frizzanti e una bella passeggiata scacciapensieri fino al Parco Guido Vergani.

Via Tiziano 32, Milano, Lombardia 20145
www.regus.com
info.italia@regus.com
+39 02 8962 6156

Regus Milano Washington

Regus Milano Washington

Spazi di lavoro moderni nel cuore commerciale di Milano.

Scegli per la tua attività una sede nel cuore della Milano del business: Regus Milano Coworking Washington di Via Giorgio Washington 70 si trova a fianco dell’area commerciale di Corso Vercelli, del polo espositivo di Fiera Milano e del quartiere degli affari CityLife. Con la vicinanza della SP11 e le stazioni della metropolitana raggiungibili a piedi, spostarsi in città è facile.

I nostri spazi di lavoro sono pervasi della luce naturale, grazie alle finestre a tutta altezza da cui si gode di un magnifico panorama sullo skyline della città. Intrattieni i tuoi clienti con una visita culturale al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, il maggiore museo scientifico d’Italia.

Via Giorgio Washington 70, Milano
www.regus.com
info.italia@regus.com
+39 02 8962 6156

Coworking Porta Romana – Corvetto

Coworking Porta Romana

Porta Romana

Vivace ed elegante con diversi coworking in Porta Romana attivi. E’ un quartiere centrale ma con la tranquillità di una zona residenziale, da Crocetta lungo Corso di Porta Romana si raggiunge lo splendido Arco omonimo, che prosegue poi nell’ampio viale di Corso Lodi. Ci sono molti luoghi di svago e benessere, dalle Terme ai deliziosi ristoranti, fast-food dal mood molto chic.

Corvetto

È il quartiere del Municipio 4 di Milano, posto nella periferia sudorientale della città, prende il nome dal piazzale Luigi Emanuele Corvetto, politico e giurista genovese. Il quartiere fu oggetto di una intensa attività edilizia da parte dell’Istituto Autonomo Case Popolari, ora risulta un quartiere ottimo e ricco di trasporti.

Se stai cercando un Coworking nelle altre zone di Milano, consulta le nostre guide: Coworking Porta Venezia, Coworking Forlanini – Linate, Coworking Stazione Centrale, Coworking Isola – Sarpi – Porta Nuova, Coworking Porta Romana – Corvetto, Coworking Lambrate – Piola – NoLo – Città Studi.

Campus Coworking Milano – Porta Romana

Campus Coworking Milano - Porta Romana

Campus Coworking Milano è uno spazio condiviso dedicato a freelance e startup con Partita IVA che vogliono lavorare sfruttando le potenzialità di un ambiente aperto all’innovazione e costantemente proiettato allo sviluppo delle reti relazionali. Il coworking è a due passi da Porta Romana, dalla MM3 Gialla, dall’autobus 92 e dal tram 16 e dispone di 450 metri quadri per ogni tipo di soluzione in termini di postazioni lavoro e sale meeting.

Via Friuli 66/68, 20135 Milano
www.campuscoworkingmilano.it
hello@campuscoworkingmilano.it
T. 02 6697486 e 335 7009462

Coworking Cuccagna, Porta Romana

Coworking Cuccagna - Porta Romana

Cascina Cuccagna è lo spazio coworking più green di Milano. Il giardino, le terrazze, gli spazi all’aria aperta e le stanze modulabili di Cascina Cuccagna permettono di ottenere tutti i vantaggi per gli smart workers. Un totale di 1000mq diviso in grandi e piccoli spazi, per videoconferenze e nel cuore del municipio IV, a pochi passi dalla Metropolitana LODI. “Un Posto a Milano” è il bar ristorante convenzionato e a disposizione dei co-workers: una location per incontrarsi e condividere dalla pausa relax alla lettura del giornale, dallo sharing delle competenze fino alla pausa pranzo.

Via Cuccagna 2/4 ang. Via Muratori, 20135, Milano
www.cuccagna.org
coworking@cuccagna.org
T. 331 9317074

Ecoworking

Coworking Ecoworking

A pochi passi dalla Metro M3 – Lodi Tibb, e dalle fermate autobus 65, 90 e 92, si trova uno dei più luminosi ed accoglienti spazi di Coworking Milanese. Progettato dall’architetto Gustavo Persico che vi ha creato il suo Studio, Ecoworking vuole essere un vero spazio di coworking unico nel suo genere dove la luce è sempre presente e l’acciaio si unisce al vetro per creare incredibili effetti di trasparenze e un ambiente a misura d’uomo.

via Friuli 7, 20135, Milano
www.ecoworkingmilano.it
info@ecoworkingmilano.it
T. 02 58325504

Lascia la Scia

Lascia la Scia

Lascia la Scia Coworking Lab è un coworking creativo composto da un loft con postazioni scrivania per freelance e smartworker, e un loft con postazioni laboratorio per piccoli artigiani. Il contesto è quello di un ex-saponificio dei primi anni del ‘900 con un ampio cortile interno. E’ un ambiente dove diverse professionalità eterogenee si incontrano, progettato per stare bene e sentirsi come a casa.

Via Carlo Boncompagni 57, 20139 Milano
www.lab.lascialascia.com
lab@lascialascia.com
T. 02 49531287 e 349 5513037

Talent Garden Milano Calabiana

Talent Garden Milano Calabiana

Con una superficie di quasi 8.500 metri quadrati, Talent Garden Calabiana è uno dei campus più grandi della rete Talent Garden. Situato nel dinamico quartiere di Porta Romana a pochi passi da Fondazione Prada, Talent Garden Calabiana ospita spazi di coworking innovativi, la nostra Innovation School e centinaia di eventi ogni anno. Il campus accoglie oltre 450 professionisti ogni giorno ed è parte del network Google for Startups che offre programmi di mentorship e crescita accelerata dedicati al business.

Via Arcivescovo Calabiana 6, 20100, Milano
www.talentgarden.org
carmen.cancellari@talentgarden.com
T. 02 82942387