La schiscetta di Ottobre

L’autunno è arrivato, una stagione lenta che se da una parte determina la fine dell’estate dall’altra si fa apprezzare per tanti buoni motivi. Il clima diventa piacevole, la luce si fa soffusa al crepuscolo, il paesaggio cambia il suo aspetto e le strade si riempiono di tappetti di foglie dai mille colori accartocciate.

Anche la tavola si trasforma e si rinnova, con i nuovi sapori tipici del periodo e con prodotti di stagione unici.

Con la schiscetta di ottobre vogliamo proporre un piatto per scaldare le prime giornate fredde con gusto. Il piatto di questo mese è tipico della cucina barese… le orecchiette con braciole al sugo.

Si tratta di involtini di vitello (anche se la ricetta originale barese prevede la carne di cavallo) con un ripieno di prezzemolo, aglio e pecorino. Vengono poi cotte, molto lentamente, nel sugo di pomodoro che diventerà cosi una sorta di ragù, denso e molto saporito.

Orecchiette con braciole al sugo

Ingredienti:

Orecchiette

8 fette Carne bovina (fesa di vitellone, cappello del prete) o cavallo se preferite

8 fette Pancetta arrotolata (o guanciale, lonzino stagionato)

Pecorino o Canestrato pugliese q.b.

Prezzemolo q.b.

Aglio q.b.

Pepe nero q.b.

1 l di salsa di pomodoro (preferibilmente fatta in casa)

400 g di Polpa di pomodoro

1 Cipolle

2 foglie Alloro

Olio extravergine d’oliva q.b.

Vino rosso

sale q.b.

Procedimento:

Eliminare da ogni fetta di carne la parte più nervosa, se le fette sono spesse adagiarle tra due fogli di carta forno e batterle con il batticarne.

Schiacciare l’aglio con uno schiaccia aglio.

Disponiamo l’aglio, qualche foglia di prezzemolo (se preferite potete usarlo tritato), il pecorino grattugiato e il pepe  nella parte centrale o nella parte più stretta della fetta di carne e infine aggiungere la pancetta arrotolata.

Chiudere la fetta di carne facendone un involtino per poi fermare la braciola arrotolata con due stuzzicadenti.

Terminati tutti gli involtini tagliare la cipolla finemente e soffriggerla in olio extravergine d’oliva.

Unire le braciole e due foglie d’alloro, facciamole rosolare bene da tutti i lati, per pochi minuti, a fiamma viva e sfumiamo con un pò di vino rosso.

Una volta evaporato, uniamo la passata, la polpa di pomodoro ed un po’ d’acqua.

Facciamo cuocere le braciole nel sugo per 2-3 ore con coperchio a fuoco lento.

Portare a bollore l’acqua, aggiungere il sale e cuocere le orecchiette. Una volta cotte aggiungere il sugo con le braciole e una spolverata di pecorino.

E ora… diteci la vostra!

Attendiamo le vostre recensioni su questa schiscetta di ottobre e le foto dei vostri risultati su Coworking Lab Milano

Recommended Posts