4 motivi per scegliere un coworking nel 2021

Gli ultimi mesi sono stati difficili per tutti, ma i liberi professionisti rappresentano probabilmente una delle categorie lavorative che più ha sofferto la recente crisi.

 Difficoltà negli spostamenti, variazioni sostanziali nel budget dei clienti, impossibilità di accogliere nella propria abitazione persone esterne per ragioni sanitarie, poche garanzie e ammortizzatori economici: insomma, ne siamo certi, il 2020 è stato un incubo per i freelance. Proprio per questo motivo il 2021 è l’anno giusto per rimettersi in carreggiata e dare una bella spinta alla tua vita professionale. Come? 

Prima di tutto, prendendo in considerazione l’idea di spostare la tua normale sede di lavoro presso uno spazio di coworking ed ecco alcuni perché.

Lavorare in un coworking fa bene alla tua immagine e professionalità

Essere professionali è la regola d’oro numero 1 dei freelance. Ed è fondamentale anche poter presentare ai propri clienti una buona immagine di sé stessi e del proprio modo di lavorare. In questo senso, accogliere un cliente o un potenziale cliente in un luogo di lavoro pulito, accogliente, funzionale e al passo con i tempi è davvero importante.

In uno spazio di coworking tutto questo è assicurato. Ma puoi dire lo stesso di casa tua?

Per quanto ti possa impegnare, una casa non è, giustamente, un ufficio e il rischio di fare figure poco professionali è altissimo. Accogliere i tuoi clienti in uno spazio di coworking ben attrezzato ti tutelerà da ogni “imbarazzo” e ti assicurerà una bella prima impressione.

Lavorare in un coworking è un ottimo modo per creare connessioni preziose

Certo, per un libero professionista poter contare sulle proprie forze e capacità è importante, ma è anche vero che curare le relazioni e creare una rete di contatti ricca e proattiva è fondamentale, soprattutto in un periodo come questo.

Il bello degli spazi di coworking è che puoi unire alla giusta privacy, la possibilità di incontrare comunque ogni giorno persone interessanti, nuove e potenzialmente in grado di metterti in contatto con clienti e progetti. E viceversa, è ovvio. Nel mondo dei freelance, l’unione fa la forza, soprattutto quando a incontrarsi sono professionisti con competenze diverse, ma complementari. 

Restando a casa, invece, è difficile se non impossibile mantenere viva la propria rete di contatti.

Lavorare in un coworking è l’ideale per aumentare la tua produttività

Ogni coworking ha le sue caratteristiche differenzianti, ma in generale tutti offrono una scrivania comoda dove lavorare e uno spazio di lavoro professionale e silenzioso: gli ingredienti perfetti per delle sessioni di lavoro produttive ed efficienti.

Come dicevamo prima, una casa è una casa: non potrà mai ricreare un ambiente di lavoro perfetto e ottimale. Gli imprevisti sono dietro l’angolo e le cause di distrazione proliferano. Ma non solo: mischiando casa e lavoro il rischio è quello di non entrare mai davvero nella giusta mentalità produttiva e di affrontare i progetti in modo superficiale e “casalingo” e viceversa. Lavorare da casa rende difficile poi staccare e chiudere la giornata lavorativa per rilassarsi e dedicarsi alla propria famiglia o a sé stessi. Quindi comunque la si guardi, la situazione non è delle migliori.

In uno spazio di coworking tutto ciò non succede: potrai essere produttivo e concentrato come in un ufficio, senza però rinunciare alla tua indipendenza da freelance. 

Non solo: gli spazi di coworking sono soliti offrire ai loro ospiti numerosi benefit e utili strumenti di lavoro. Da un’ottima connessione all’accesso a computer nuovi e altamente performanti, dalla possibilità di avere a disposizione una stanza tutta per te e le tue riunioni all’opportunità di prendere parte a preziosi incontri e corsi di aggiornamento e formazione: con dei plus del genere a portata di mano la produttività è assicurata e di conseguenza migliorerà il tuo modo di lavorare e di guadagnare.

Lavorare in un coworking è un ottimo investimento per ogni libero professionista

Quando un freelance sceglie di investire su sé stesso e di dare una spinta alla propria professionalità, fa sempre un’ottima scelta. Questo 2021 sarà più che mai il momento per i liberi professionisti di rinnovarsi e di rimettersi in gioco: investire in uno spazio di coworking è un buon primo passo verso questo obiettivo.

Come abbiamo già visto insieme, lavorare in questi spazi condivisi significa migliorare in modo notevole la propria credibilità e professionalità e, al tempo stesso, guadagnare in produttività, network e possibilità di lavoro: un libero professionista desideroso di sfruttare questo 2021 al meglio non può davvero farne a meno.

Recommended Posts