Le serrande di Pablopinxit: colore e arte

L’anno scorso, a pochi giorni dal Natale, si è tenuta l’inaugurazione del Family Lab, il nostro progetto sociale dedicato alla comunità. In quanto esseri umani infatti, non siamo solo isole, ma vantiamo di relazioni di qualità con figli, anziani, famiglie e comunità, a cui abbiamo voluto dedicare uno spazio in cui coltivare il benessere personale e collettivo.

Oggi, a meno di un anno dall’apertura del Family Lab, desideravamo dipingere le saracinesche di questi locali e per farlo ci siamo rivolti a Pablopinxit, artista ben noto sulla scena milanese, a cui ha contribuito con diversi progetti, alcuni dei quali realizzati in collaborazione con il comune e diverse realtà territoriali.

D’altronde non poteva andare diversamente: Pablopinxit, argentino classe 1964, ha da sempre dimostrato una particolare sensibilità verso temi quali il conflitto, il tempo, i viaggi, la strada. Tutte tematiche a carattere sociale che emergono prepotenti dalle sue opere di street art, a cominciare da quelle realizzate per la riqualificazione del sottopasso ferroviario di Via Padova, nell’ambito del progetto Tunnel Boulevard.

E poi, Pablopinxit è stato autore del progetto artistico Serrande d’Arte, con il quale ha riqualificato le vie del quartiere Brera, dipingendo volti di noti poeti e scrittori, circondati da composizioni floreali, suo marchio di fabbrica. Chi meglio di lui poteva interpretare il progetto Family Lab?

Pablopinxit: serrande che parlano

Il progetto sociale di Coworking Lab è stato reso possibile da un bando del Comune di Milano, che ha dato in concessione diversi spazi ad onlus e associazioni. Noi abbiamo pensato alle esigenze delle persone che ruotano intorno alla nostra zona o che animano la nostra struttura, a cui volevamo offrire spazi funzionali per corsi, intrattenimento e laboratori. E desideravamo, quindi, che le serrande della struttura esprimessero al meglio concetti quali inclusione, condivisione, comunità, responsabilità, sostenibilità.

Grazie a Chris Gangitano, Co-fondatore dell’ATS Casa degli Artisti, in qualità di curatore del progetto, e alla sensibilità artistica e sociale di Pablopinxit, oggi le nostre serrande promettono a chi le guarda esattamente ciò che può aspettarsi dalla struttura.

Guardandole, l’attenzione viene subito catturato da quel collage di mani che sembrano rincorrersi ma soprattutto incontrarsi, esattamente come vorremmo che facessero le persone che frequentano i nostri spazi. Persone di diversa etnia, professione, provenienza sociale, genere e soprattutto età. L’artista ha ben colto lo spirito del Family Lab, tanto da aver incluso in quest’opera di street art le sagome di tre bambini che giocano, di adulti con in braccio un bambino e quelle di due anziani, che camminano per mano verso il futuro.

E poi foglie al vento, come idee che si diffondono nel tempo e nello spazio, e colori, forti, a contrasto, che attirano lo sguardo anche dei passanti più distratti. Non potevamo aspettarci di meglio.

Adesso, Christian Gancitano e Pablopinxit si apprestano a realizzare wallart e posterart per “Adriano chi?”, operazione di arte urbana partecipata promossa da Casa degli Artisti e diverse altre realtà associative, e un intervento di urban art a tema giovani e sport, sempre nel comune di Milano.

Noi di Family Lab, invece, ci godiamo la nostra nuova serranda di Pablopinxit, nella certezza che è dall’interazione fra vecchie e nuove generazioni che si costruisce un futuro migliore. Per tutti.

Recommended Posts