I Brevissimi

Lo sapevi che in Coworking Lab c’è una biblioteca? Si trova al secondo piano ed è ricca di libri di ogni genere! 

Inoltre ogni mese troverai nuovi libri da scoprire. Abbiamo sposato la filosofia del Book Sharing, quindi ogni coworker è libero di prendere in prestito un romanzo o regalarne uno alla community.

In quest’ottica abbiamo deciso di acquistare e inserire a scaffale nuovi libri sotto le 100 pagine che verranno presentati nella rubrica “I BREVISSIMI”. 

Testi brevi per chi ha poco tempo per la lettura o per chi desidera una tregua dalle incombenze del quotidiano ma non vuole perdere l’appuntamento con un buon libro anche in pausa pranzo.

Qui sotto troverete alcuni dei titoli che inseriremo a breve.

IL VELO SOLLEVATO

Avendo previsto che la propria morte avverrà il 20 settembre 1850, Latimer utilizza il poco tempo che gli rimane a disposizione per raccontare al lettore la propria bizzarra esistenza di uomo capace di prevedere sprazzi di futuro e leggere nella mente di chi gli sta vicino. Bimbo sensibile e orfano di madre, il narratore protagonista passa la propria infanzia in Inghilterra insieme al padre, il quale decide di mandarlo a Ginevra per avvicinarlo allo studio scientifico e correggere la grande sensibilità che lo contraddistingue. In Svizzera, Latimer si imbatte in due personaggi fondamentali per la propria vita: Charles Meunier, giovane e visionario studente di medicina, suo unico amico, e Bertha Grant, donna splendida e misteriosa, di cui Latimer immediatamente si innamora. Attraverso un viaggio che lo porta a Vienna e Praga, Latimer ritorna in Inghilterra. Qui, nonostante i suoi poteri di preveggenza e introspezione, la vita prenderà una direzione insperata e imprevista, che vedrà oscillare Latimer tra amore e solitudine, costringendolo a sollevare il velo che divide la realtà dalla verità.

George Eliot – 100 p.

CASA DI BAMBOLA

Per curare il marito, Nora in passato si è indebitata con un certo Krogstad. Per anni ha lavorato per pagare il debito, senza riuscire a liberarsene. Krogstad, che lavora nella banca di cui il marito di Nora è direttore, ricatta la donna perché gli ottenga una promozione. Quando il marito, che per altri motivi lo vorrebbe licenziare, viene a sapere tutto, si preoccupa solo della sua reputazione e rimprovera aspramente la moglie. La meschinità dell’uomo porta Nora a decidere di allontanarsi, per riflettere da sola su se stessa.

Henrik Ibsen – 93 p.

XINGU

Nel quadro dei ricevimenti organizzati dal loro esclusivissimo “club”, alcune signore della migliore società americana hanno invitato il romanziere Osric Dane, quello, cioè, che bisogna assolutamente aver letto. Preziose e ridicole, queste signore circondano il romanziere con le loro attenzioni e con i loro commenti insipidi, tanto che lo scrittore non si perita di punzecchiarle. Ma, in maniera del tutto inaspettata, ecco che una di esse rovescia la situazione e mette a mal partito il celebre romanziere domandandogli cosa pensa di Xingu. Chi è dunque questo Xingu che tutti sembrano conoscere?

Edith Wharton – 61 p.

SCATOLA NERA

“Scatola nera” è una spy story nata per essere pubblicata su Twitter, ossia scandita in porzioni di testo non più lunghe di 140 caratteri. In un futuro non troppo lontano, la lotta al terrorismo ha cambiato volto: a difendere gli Stati Uniti non sono più corpi speciali di agenti segreti, ma comuni cittadini che si offrono volontari per singole missioni. E così l’eroina del racconto (che i lettori di Jennifer Egan riconosceranno come uno dei personaggi di “Il tempo è un bastardo” si ritrova a infiltrarsi nell’harem di un misterioso miliardario dedito al crimine internazionale, per sottrargli dei dati di enorme importanza; riuscirà a uscire viva dall’incantevole isola del Mediterraneo in cui si svolge l’operazione?

Jennifer Egan – 69 p.

LA PIETRA FILOSOFALE OVVERO SYLVESTER E ROSINE

L’unica vera pietra filosofale è l’amore puro. Amore e potere sono inconciliabili. Elegante metafora sul falso scopo nella vita, questa fiaba di Wieland, già edita per Nuovi Equilibri, tutta settecentesca, incanta ancora per la raffinata alchimia di cui sapeva essere capace uno scrittore di quel secolo.

Christoph M. Wieland – 79 p.

Recommended Posts